Università degli Studi di Napoli Federico II


Scuola di Specializzazione in

Chirurgia Vascolare

PREMESSE

La Scuola di Specializzazione in Chirurgia Vascolare è stata istituita presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" (presso l'allora Seconda Facoltà di Medicina e Chirurgia) nel 1974.  Fondata dal Prof. Giuseppe Zannini, ordinario di Chirurgia Generale della stessa Università, ed  è stata poi diretta fino all'anno accademico 2013-14 dal Prof. Giancarlo Bracale, ordinario di Chirurgia Vascolare. Successivamente con il Decreto Direttoriale del 12/12/2008 il MIUR ha inserito la Scuola di Specializzazione in Chirurgia Vascolare tra le Scuole di Area Chirurgica, Classe di Chirurgie Cardio-Toraco-Vascolari.

Attualmente la Scuola è diretta dal Prof. Cesare Gagliardi, associato  di Chirurgia Cardiaca  della Università degli Studi di Napoli "Federico II", www.docenti.unina.it/cesare.gagliardi ed è incardinata, ai sensi della Legge 240/2010, nel Dipartimento di Sanità Pubblica della Università degli Studi "Federico II"http://sanitapubblica.dip.unina.it/. La durata del corso è attualmente di 5 anni.

OBIETTIVI GENERALI

La Scuola di Specializzazione in Chirurgia Vascolarepermette di  maturare conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della fisiopatologia, della diagnostica clinica e strumentale, della clinica, della terapia medica, endovascolare, chirurgica e riabilitativa delle  malattie del sistema vascolare; costituiscono specifici ambiti di competenze l'anatomia, la fisiopatologia e la patologia clinica dell'apparato circolatorio, la diagnostica clinica e strumentale delle malattie vascolari, la terapia medica, chirurgica ed endovascolare delle malattie vascolari, la patologia clinica e le terapie delle malattie cardio-toraciche; costituiscono ambiti generici di competenza l'anestesia, rianimazione e terapia intensiva, la chirurgia generale e la chirurgia d'urgenza, per quanto attinenti la chirurgia vascolare. Al fine di raggiungere gli obiettivi didattici del corso le attività formative si articolano in attività eminentemente pratiche, in attività didattiche frontali (lezioni, seminari, attività a piccoli gruppi) ed in studio autonomo. Sono agevolate le partecipazioni ad attività formative  in strutture sia facenti parte della rete formativa sia extrarete.

ORDINAMENTO

L'ordinamento della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Vascolare prevede la seguente articolazione in Crediti Formativi Universitari (http://it.wikipedia.org/wiki/Credito_formativo_universitario):

DI BASE GENERALI 5    
CARATTERIZZANTI TRONCO COMUNE 81    
  SPECIFICHE 189    
ELETTIVE ELETTIVE 45  
AFFINI INTEGRATIVE 5    
  ALTRE 5    
  PROVA FINALE 15    
  TOTALI 300    
  PROFESSIONALIZZANTI                                                             210

STRUTTURE DI SEDE

-          La didattica e le attività professionalizzanti vengono svolte in diverse strutture  dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II", definite strutture di sede, ubicate nell'Edificio 5

-          UO  Chirurgia Vascolare ed Endovascolare,   IV piano

http://www.chirurgiavascolare.unina.it/

-          UO  Chirurgia Generale e del Pre e Post Trapianto,  V piano  (Direttore: Prof. Enrico Di Salvo)
www.docenti.unina.it/enrico.disalvo

 

-          UO Chirurgia Toracica,  IV piano  (Direttore Prof. Ciriaco Cecere) RURLURL BREVE

          www.docenti.unina.it/ciriaco.cecere

-          UO Chirurgia Plastica Estetica e Ricostruttiva  IV piano  (Resp. Prof. Fabrizio Schonauer) L BREVE

              www.docenti.unina.it/fabrizio.schonauer

-          UO Nefrologia e Trapianto Renale  IV piano (Direttore Prof. Stefano Federico) URL BREVE

              www.docenti.unina.it/stefano.federico

-          UO Nefrologia ed Ipertensione Nefrovascolare II piano (Direttore Prof. Domenico Russo) EMAIL

               www.docenti.unina.it/domenico.russo

-          UO di Urologia II piano ( Direttore Prof. Vincenzo Mirone)

www.docenti.unina.it/vincenzo.mirone

-          UO Andrologia Chirurgica II piano ( Direttore Prof.Ciro Imbimbo)

  www.docenti.unina.it/ciro.imbimbo

L' Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II", in cui sono inserite le strutture di sedi,  è dotata di  tutte le specialità per cui, durante il percorso formativo, lo specializzando ha la possibilità di  acquisire gli  skills in ambito specialistico (anestesia e rianimazione, chirurgia toracica e cardiaca, chirurgia plastica, traumatologia, urologia etc) previsti dalle attività professionalizzanti della Scuola .

Completano l'offerta formativa delle strutture di sede una serie di laboratori diagnostico/valutativi e di ricerca:

1. Laboratorio di diagnostica non invasiva ultrasonografica

L'attività comprende esami di velocimetria Doppler CW/ ecocolor-Doppler dei vasi arteriosi (tronchi sovra-aortici, aorta, arterie viscerali e periferiche) per patologia steno-ostruttiva od aneurismatica, e lo studio del circolo cerebrale intracranico mediante Doppler transcranico. Tale diagnostica riguarda anche il sistemo venoso superficiale e profondo, per la diagnosi di trombosi venose profonde e superficiali, delle varici degli arti inferiori, con mappaggio emodinamico per la programmazione operatoria, chirurgica tradizionale od endovascolare (radiofrequenza, laserterapia). Tali metodiche vengono utilizzate anche per lo studio delle malformazioni vascolari. L'attività è effettuata su pazienti ambulatoriali o ricoverati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital. Tale attività viene svolta anche per il follow-up ambulatoriale dei pazienti precedentemente ricoverati e sottoposti a trattamento.

2. Laboratorio di ossimetria transcutanea (TcPO2)                                                                    

L' attività consiste nella misurazione non invasiva,, mediante applicazione di un elettrodo cutaneo, della pressione parziale di ossigeno nei tessuti, ed è indicata in pazienti affetti da ischemia critica degli arti (dolore a riposo, ulcere trofiche), in particolar modo se affetti da diabete mellito. Tale valore è indice della severità dell'ischemia e consente di valutare l'efficacia della terapia medica o chirurgica, ed assume anche un valore predittivo dell'evoluzione e prognosi dell'ischemia.. L'attività è effettuata in pazienti ambulatoriali o ricoverati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital.

3. Laboratorio di ergometria degli arti inferiori (Treadmill test)

L'attività consiste nella misurazione del perimetro di marcia, su tappeto ruotante a velocità e pendenza variabile (Treadmill test), per valutare la comparsa di claudicatio intermittens in pazienti affetti da arteriopatia cronica ostruttiva degli arti inferiori, e per valutarne l'evoluzione nel tempo, anche per effetto della terapia medica, riabilitativa o chirurgica. L'attività  è eseguita in pazienti ambulatoriali o ricoverati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital.

4. Laboratorio di diagnostica vascolare radiologica

Il laboratorio integra la valutazione clinico/funzionale del paziente, eseguita con metodiche non invasive, mediante arteriografia digitale a sottrazione di immagine (DSA) in pazienti affetti da malattie arteriose, steno-ostruttive od aneurismatiche, ma anche come via di accesso per procedure endovascolari e controllo intra e post-procedurale. Per il sistema venoso, la flebografia  trova indicazione in caso di impianto di filtro cavale per la prevenzione dell'embolia polmonare da trombosi venosa profonda, per lo studio ed il trattamento del varicocele e delle angiodisplasie venose. L'attività è effettuata in pazienti  ricoverati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital.

5.Ambulatorio di malattie vascolari arteriose

L'ambulatorio segue i pazienti affetti da malattie arteriose precedentemente ricoverati sia in regime ordinario che di Day Hospital per monitorarne la situazione clinica, sia dei pazienti che afferiscono direttamente all'ambulatorio per prima visita.

6. Ambulatorio di flebo-linfologia

L'ambulatorio segue i pazienti affetti da malattie venose (varici degli arti inferiori, trombosi venose superficiali e profonde, …) o linfatiche (linfangiomi, linfedema primitivo e secondario,…)  precedentemente ricoverati sia in regime ordinario che di Day Hospital per monitorarne la situazione clinica, sia dei pazienti che afferiscono direttamente all'ambulatorio per prima visita. Viene eseguita scleroterapia, anche mediante sclero-mousse, e laserterapia superficiale per teleangectasie e varicosità degli arti.

7. Ambulatorio di vulnologia

L'ambulatorio segue i pazienti affetti da ulcere trofiche, arteriose, venose e miste precedentemente ricoverati sia in regime ordinario che di Day Hospital per monitorarne la situazione clinica, sia dei pazienti che afferiscono direttamente all'ambulatorio per prima visita.

8. Ambulatorio delle malformazioni vascolari

L'ambulatorio segue i pazienti affetti da malformazioni vascolari (angiodisplasie) arteriose, venose e miste precedentemente ricoverati sia in regime ordinario che di Day Hospital per monitorarne la situazione clinica, sia dei pazienti che afferiscono direttamente all'ambulatorio per prima visita.Viene anche eseguita sclerotizzazione delle lesioni mediante sclero-mousse eco-guidata.

9. Centro per lo studio della biochimica e delle alterazioni genetiche delle placche aterosclerotiche carotidee ed in altri distretti. In collaborazione con  il Dipartimento di Medicina molecolare e Biotecnologie mediche - (Prof. Giuliana Fortunato ) ed il Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate - ( Prof. Francesco Paolo D'Armiento).

www.docenti.unina.it/giuliana.fortunato    www.docenti.unina.it/francesco paolo.d'armiento/

Lo studio viene effetttuato su placche arteriosclerotiche carotidee di soggetti sottoposti ad endoarteriectomia carotiea, o  a livello delle arterie periferiche, così come sulla parete di aneurismi aortici o delle arterie periferiche  sottoposti a resezione  chirurgica, mediante determinazione dell'espressione genica  (livelli di mRNA dei geni) dell'enzima antiossidante paraoxonase-2 (PON2), della 5-lipossigenasi e della relativa proteina attivante. Lo studio  è  anche  focalizzato sulla espressione genica dell'adiponectina e dei suoi recettori,  rappresentando l'adiponectina  una proteina chiave nella connessione tra ossidazione e infiammazione nella patogenesi dell'aterosclerosi, nelle sua evoluzione e vulnerabilità. Tali determinazioni vengono correlate, inoltre, alle caratteristiche istomorfologiche ed immunoistochimiche delle placche aterosclerotiche.

10. Centro per lo studio della composizione ed  infiammazione delle placche carotidee mediante  tecniche di imaging PET/TC. In collaborazione con il Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate – (Prof. Alberto Cuocolo, Prof. Wanda Acampa)www.docenti.unina.it/alberto.cuocolo/

L'imaging con Tomografia ad Emissione di Positroni/Tomografia computerizzata (PET/TC), praticata in pazienti affetti da stenosi carotidea,   mediante tracciante  18F-Fluorodesossiglucosio (FDG), consente di valutare e quantificare l'entità ed estensione dei processi infiammatori  intra-placca, valutandone la pericolosità  e  guidando l'indicazione al trattamento, conservativo,  chirurgico (endoarteriectomia carotidea) od endovascolare ( stenting carotideo).

11. Centro di emergenza regionale per le patologie vascolari (CER). Il centro opera nell'ambito del Sistema Integrato Regionale per l'Emergenza Regionale (SIRES -118) per il ricovero ed il trattamento, chirurgico od endovascolare a seconda delle indicazioni, di patologie vascolari d'urgenza/emergenza (traumi vascolari. patologia carotidea, ischemia acuta degli arti, aneurismi dell'aorta e delle arterie periferiche in fissurazione/rottura, trombosi venose profonde,…..).

RETE FORMATIVA EXTRASEDE

La Rete formativa extrasede è composta da una serie di strutture sia in area ospedaliera (Ospedale per acuti e Riabilitazione Intensiva e di Alta specialità) sia in area territoriale:

-          UO Chirurgia Vascolare  AORN Cardarelli ( Direttore: Dott.   Carlo  Ruotolo)  

              http://www.ospedalecardarelli.it/ospedale/dipartimenti/dipartimento-chirurgico-polispecialistico/  

-          UO Chirurgia Vascolare AORN Ospedale dei Colli - Monaldi (Direttore: Dott. P. Sangiuolo)www.ospedalideicolli.it/ospedale/monaldi/



Visualizza Docenti e Programmazione