Università degli Studi di Napoli Federico II


Scuola di Specializzazione in

Malattie Infettive

PREMESSE            

 

La Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive  è stata istituita presso l'Università di Napoli "Federico II" (presso l'allora denominata Seconda Facoltà di Medicina e Chirurgia) con D.P.R. n.415 del 7 Giugno 1972 – Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 210 del 12.08.1972, con Direttore il Prof. Marcello Piazza, Ordinario di Malattie Infettive della stessa Università. Successivamente con il Decreto Ministeriale del 01.08.2005 - Gazzetta Ufficiale n. 285 del 05.11.2005 il MIUR ha inserito la Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive fra le Scuole di Area Medica - Classe della  Medicina Specialistica.

Attualmente la Scuola è diretta dal Prof. Guglielmo Borgia , Ordinario di Malattie Infettive della Università degli Studi di Napoli "Federico II", ed è incardinata, ai sensi della Legge   240/2010 nel Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia della Università degli Studi "Federico II" (http://dmcc.dip.unina.it/) . La durata attuale del corso è di 5 anni.

 

OBIETTIVI GENERALI

 

La Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive si pone come obiettivo di far acquisire al discente le dovute conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della fisiopatologia e clinica delle malattie infettive  che riguardano specificamente: la semeiotica funzionale e strumentale, la metodologia clinica e la terapia delle infezioni batteriche, parassitarie, fungine e virali; la semeiotica funzionale e strumentale, la metodologia clinica e la terapia delle malattie sessualmente trasmissibili; la semeiotica funzionale e strumentale, la metodologia clinica e la terapia delle malattie a prevalente diffusione tropicale. La Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive permette al discente di maturare e/o acquisire le competenze cliniche necessarie per la diagnosi, prognosi delle malattie infettive autoctone e di importazione,  con specifica conoscenza delle infezioni virali, infezioni batteriche, infezioni micotiche ed infestazioni parassitarie (ematiche, intestinali, tissutali) nonché la  terapia e la valutazione dei risultati da essa ottenuti; gli algoritmi diagnostici di laboratorio e strumentali delle malattie infettive; le necessarie conoscenze teoriche, scientifiche e professionali per lo svolgimento dell'attività assistenziale nel campo delle Malattie Infettive che possono colpire il paziente nel corso dell'intero ciclo di vita ogni organo ed apparato, anche in relazione allo stato di immunocompetenza del paziente; la conoscenza delle Malattie Infettive in rapporto alle diverse aree geografiche, ai flussi migratori verificatisi nei Paesi industrializzati ed ai cambiamenti climatici; la competenza necessaria sia allo studio epidemiologico che alla profilassi delle Malattie Infettive; la conoscenza di base e la relativa esperienza pratica necessarie a definire e verificare personalmente sulla base della valutazione complessiva (della malattia e del paziente)  una corretta definizione diagnostica della patologia nei singoli pazienti e l'indicazione al tipo di trattamento più idoneo in funzione dei rischi, dei benefici e dei risultati; la capacità di riconoscere, diagnosticare ed impostare il trattamento, definendo, in una visione complessiva, la priorità nei casi di patologie o lesioni multiple in pazienti che richiedono l'impiego necessario degli altri specialisti delle tipologie della stessa classe (medicina specialistica) o di altre classi.

 

Al fine di raggiungere gli obiettivi didattici del corso le attività formative si articolano in attività professionalizzanti, in attività didattiche frontali (formali)  che comprendono lezioni, seminari, attività a piccoli gruppi ed in studio autonomo. Nell'ambito delle attività professionalizzanti il discente dovrà avere seguito l'itinerario diagnostico, con particolare riguardo alla diagnostica di laboratorio, un numero congruo di casi clinici inerenti le Malattie Infettive, dei quali parte in autonomia professionale e di esami ematologici, esami batteriologici, esami virali, esami parassitologici, esami di ricerca di miceti ai fini della formulazione della diagnosi. Il discente deve partecipare alla conduzione, secondo le norme della buona pratica clinica, di sperimentazioni cliniche controllate; all'esecuzione di emocolture e colture di altri liquidi biologici, puntura lombare, toracentesi, paracentesi e puntura di ascessi superficiali; all'esecuzione ed interpretazione di striscio di sangue, esami diretti di feci, urine, liquor, espettorato, pus. Il percorso formativo del discente include la partecipazione ad attività professionalizzanti in strutture sia facenti parte della rete formativa (Azienda Ospedaliera dei Colli di Napoli – Ospedale D. Cotugno di Napoli) sia extrarete.

 

 

ORDINAMENTO

L'ordinamento della Scuola di Specializzazione in Malattie Infettive prevede la seguente articolazione in Crediti Formativi Universitari (http://it.wikipedia.org/wiki/Credito_formativo_universitario):

 

ATTIVITA'

Tipologia

N. CFU

 CFU SUBTOTALE

 

 

 

ATTIVITA' DIDATTICHE FORMALI

Di Base

5

 

 

 

86

Tronco Comune

21

Caratterizzanti Specifiche

35

Affini integrative

5

Altre

5

Prova finale (Tesi)

15

 

ATTIVITA' FORMATIVE PROFESSIONALIZZANTI

 

 

Tronco Comune

 

60

 

214

 

Caratterizzanti Specifiche

 

154

 

TOTALE

 

 

 

300

 

 

STRUTTURE DI SEDE

La didattica e le attività professionalizzanti vengono svolte in diverse strutture facenti capo all'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II" definite strutture di sede:

-          UOC di Malattie Infettive, IV e V piano Edificio 18  (Prof. Guglielmo Borgia, Direttore della Scuola) https://www.docenti.unina.it/GUGLIELMO.BORGIA     

-          UOC di Malattie Virali incluso AIDS DH, V e VI piano Edificio 18 (Prof. Raffaele Orlando) https://www.docenti.unina.it/RAFFAELE.ORLANDO

-          U.O.S.Vaccinazioni e profilassi delle Malattie Infettive, incluso terapia e profilassi delle infezioni nel paziente immunocompromesso: l'attività consiste nella profilassi delle esposizioni accidentali (PEP) a patogeni infettivi negli operatori sanitari (aziendali) e  misure di vaccinazione (anti-epatite B, anti-influenzale)  rivolte agli  operatori sanitari (aziendali); profilassi e terapia delle infezioni virali, protozoarie e micotiche, incluse le riattivazioni di infezioni virali latenti (HBV, CMV, VZV) nel paziente con compromissione immunitaria  al fine di garantire al paziente ospedalizzato all' interno dell' AOU  una gestione clinica uniformata  alle linee guida nazionali ed internazionali e mirata a tutelare la salute del cittadino nonchè a ridurre i costi di  ospedalizzazioni prolungate.

-          UOS Infezioni batteriche (incluse infezioni nosocomiali) ed antibioticoterapia: l'attività consiste nella diagnostica clinica delle principali malattie batteriche, comprese endocarditi, polmoniti, ascessi a livelli di organi,  febbri ad etiologia batterica (Streptococchi, Stafilococchi, altri patogeni Gram positivi, Rickettsie, Brucelle, Salmonelle, E. coli, Proteus, Klebsielle e altri patogeni Gram negativi) e delle febbri ad etiologia sconosciuta (FUO); gestione antibiotica mirata al fine di limitare la farmaco-resistenza in ambito ospedaliero; gestione clinica e terapeutica delle infezioni batteriche e micotiche a livello di  CVC, protesi, pace-maker 

 

L' Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II", in cui sono inserite le strutture di sedi,  è dotata di pressoché tutte le specialità per cui, durante il percorso formativo, lo specializzando ha la possibilità di  acquisire alcuni skills in ambito specialistico (allergologia/immunologia, pneumologia, gastroenterologia, etc) previsti dalle attività professionalizzanti della Scuola.

Completano l'offerta formativa delle strutture di sede una serie di laboratori ed ambulatori diagnostico/valutativi e di ricerca:

-          Ambulatorio di Malattie Infettive dedicato all'inquadramento diagnostico, clinico e terapeutico di pazienti con patologie infettive acute e croniche di qualsiasi etiologia (batterica, virale, micotica e protozoaria)

-          Servizio di Day Service per la valutazione diagnostica e relativa indicazione terapeutica dei pazienti con ipertransaminasemia e/o epatite cronica ad eziologia virale e non (PACC 5714) e per la valutazione diagnostica e relativa indicazione terapeutica dei pazienti con cirrosi epatica ad eziologia virale e non (PACC 5715), di cui al DGRC 102/09.

-          Servizio di Day Hospital (diagnostico e/o terapeutico) dei pazienti fragili con patologia infettiva acuta e cronica

-          Diagnostica ecografica di malattie epatiche croniche infettive ed in particolare di lesioni focali epatiche, di linfoadenopatie infettive nonchè ecografia interventistica con esecuzione di biopsie epatiche e paracentesi evacuative eco guidate, eseguite ai pazienti afferenti alle UOC del DAI ed ivi ricoverati in regime di RO e DH, sia con alleggerimento dei tempi di attesa rispetto ai servizi di radiologia centralizzata (conseguentemente  riduzione del carico di lavoro degli stessi) sia con contrazione, quindi, dei tempi di degenza (conseguentemente notevole risparmio in termini di costi delle giornate di ricovero).

-          Centro Clinico di III livello -  diagnosi e terapia - della malattia da HIV/AIDS (individuato dal Ministero della Salut) le cui attività includono: assistenza dei pazienti con infezione da HIV nei diversi stadi di malattia in regime di Day hospital, Ambulatorio, Ricovero ordinario ed Ospedalizzazione domiciliare (Servizio Ospedalizzazione Domiciliare – S.O.D. – legge 135 del 05/06/1990 e successive delibere Regionali attuative); attività di Screening in anonimato, afferendo peraltro al Sistema di Sorveglianza per le Nuove diagnosi di Infezione da HIV presso il Centro di Riferimento AIDS Regione Campania (CE.RIF.A.R.C); profilassi Post Esposizione  (PEP) per l'infezione da HIV, coordinato epidemiologicamente dall'O.le Spallanzani di Roma; partecipazione a  Progetti di ricerca di rilievo nazionale.

 

RETE FORMATIVA EXTRASEDE

La Rete formativa extrasede è composta da una serie di Unità Operativa complesse di Malattie Infettive ubicate presso l'AORN Ospedale Dei Colli, P.O.D.  Cotugno di Napoli (htpp://www.ospedaledeicolli.it/ospedale/cotugno):

-          Unità Operativa Complessa Dipartimento Emergenze ed Urgenze Infettivologiche – I Divisione (Direttore Dott. Francesco Saverio Faella)  

-          Unità Operativa Complessa Dipartimento  Urgenze Infettivologiche ad Alta Complessità e correlate all'AIDS – III Divisione  (Direttore Dott. Antonio Chirianni    

-          Unità Operativa Complessa Dipartimento  Urgenze Infettivologiche ad alta complessità e correlate all'AIDS – IV Divisione (Dott. Nicola Abrescia) 

-          Unità Operativa Complessa Dipartimento Emergenze infettive ad indirizzo Epatogastroenterologico ed Immunologico - VI Divisione (direttore Dott. Pietro Amoroso) 

-          Unità Operativa Complessa Dipartimento Emergenze Infettive ad indirizzo Epatogastroenterologico ed Immunologico  –  VII Divisione (Dott. Oreste Perrella)   

-          Unità Operativa Complessa Dipartimento  Urgenze Infettivologiche ad Alta Complessità e correlate all'AIDS – VIII Divisione  (Dott. Crescenzo Maria Izzo)  

-        IX Unità Operativa Complessa Malattie Infettive ad Indirizzo Eco-interventistico (Direttore Dott. Giorgio de Stefano)



Visualizza Docenti e Programmazione