Università degli Studi di Napoli Federico II


Scuola di Specializzazione in

Medicina d'Emergenza-Urgenza

PREMESSE

La Scuola di Specializzazione in Medicina d'Emergenza-Urgenza è stata istituita con Decreto del Ministero dell'Università e della Ricerca del 22/01/2008. Successivamente con il Decreto Direttoriale del 12/12/2008 il MIUR ha inserito la Scuola di Specializzazione in Medicina d'Emergenza-Urgenza tra le Scuole di Area Medica, Classe di Medicina Clinica Generale istituendola anche presso l'Università di Napoli "Federico II"  .

La Scuola di Specializzazione di Medicina d'Emergenza-Urgenza dell'Università degli Studi "Federico II" ha avuto il Prof. Bruno Trimarco,  Professore Ordinario di Medicina Interna, come Coordinatore del Comitato Ordinatore ed ha attualmente il Prof. Nicola De Luca, Professore Associato di Medicina Interna come Direttore. La Scuola è incardinata, ai sensi della Legge 240/2010, nel Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali della Università degli Studi "Federico II" http://www.medicinatraslazionale.unina.it/. Il corso degli studi si articola in  5 anni.

OBIETTIVI GENERALI

La Scuola di Specializzazione in Medicina d'Emergenza-Urgenzapermette di  maturare conoscenze teoriche e pratiche che riguardano l'inquadramento diagnostico (sia intra che extraospedaliero) ed il primo trattamento delle emergenze mediche, chirurgiche e traumatologiche; pertanto lo specialista in Medicina d'Emergenza-Urgenza deve avere maturato le competenze professionali e scientifiche nel campo della fisiopatologia, clinica e terapia delle urgenze ed emergenze mediche, nonché della epidemiologia e della gestione dell'emergenza territoriale per poter operare con piena autonomia, nel rispetto dei principi etici, nel sistema integrato dell'Emergenza-Urgenza.

ORDINAMENTO

L'ordinamento della Scuola di Specializzazione in Medicina d'Emergenza-Urgenza la seguente articolazione in Crediti Formativi Universitari (http://it.wikipedia.org/wiki/Credito_formativo_universitario):

DI BASE GENERALI 5    
CARATTERIZZANTI TRONCO COMUNE 81    
  SPECIFICHE 144 189  
ELETTIVE ELETTIVE 45  
AFFINI INTEGRATIVE ED INTERDISCIPLINARI 5    
  ALTRE 5    
  PROVA FINALE 15    
  TOTALI 300    
  PROFESSIONALIZZANTI                                                             210

STRUTTURE DI SEDE

La didattica e le attività professionalizzanti vengono svolte in diverse strutture facenti capo all'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II" definite strutture di sede:

-       Centro Interdipartimentale dell'Ipertensione, Corpo D edificio 2 (Prof. Nicola De Luca, Direttore della Scuola) https://www.docenti.unina.it/nicola.deluca       

-       Dipartimento ad Attività Integrata di Cardiologia, Cardiochirurgia ed Emergenze Cardiovascolari, edificio 2 (Direttore Prof. Bruno Trimarco) https://www.docenti.unina.it/bruno.trimarco

-       UOC di Medicina Interna a prevalente indirizzo cardiologico, III piano edificio 1 (Direttore Prof. Giovanni de Simone) https://www.docenti.unina.it/giovanni.desimone

L' Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II", in cui sono inserite le strutture di sedi,  è dotata di  tutte le specialità per cui, durante il percorso formativo, lo specializzando ha la possibilità di  acquisire gli skills in ambito specialistico (chirurgia generale, neurochirurgia, chirurgia maxillo-facciale, ortopedia, ginecologia, oculistica etc) previsti dalle attività professionalizzanti della Scuola .

Completano l'offerta formativa delle strutture di sede una serie di laboratori diagnostico/valutativi e di ricerca:

1. Laboratorio di Diagnostica non invasiva cardio-vascolare (Prof. Nicola De Luca)    https://www.docenti.unina.it/nicola.deluca

L'attività comprende esami ultrasonografici ecografici con colo-doppler del cuore e dell'albero vascolare arterioso del distretto aortico, sopraaortico,  transcranico e renale unitamente a test provocativi d'immagine  (per la valutazione delle alterazioni strutturali e funzionali).

L'attività è effettuata su pazienti ambulatoriali o ospedalizzati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital.

2. Laboratorio di Diagnostica non-invasiva ed invasiva vascolare (Prof. Giovanni Esposito)           

  https://www.docenti.unina.it/giovanni.esposito    

L' attività prevede valutazioni diagnostiche non invasive con esami ultrasonografici con color-doppler del distretto arterioso e venoso periferico e studi in laboratorio di emodinamica per valutazione diagnostiche invasive del distretto coronarico, carotiddeo ed arterioso periferico. L'attività è effettuata in pazienti ambulatoriali o ospedalizzati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital.

3. Laboratorio di Monitoraggio dinamico e di Tele-monitoraggio Cardiovascolare (Prof. Raffaele Izzo) https://www.docenti.unina.it/raffaele.izzo

La prevalente attività è relativa all' elettrocardiografia dinamica per 24 h secondo Holter e al monitoraggio ambulatorio della pressione arteriosa integrata da moderne tecniche di telemonitoraggio di parametri clinici ed elettrocardiografici a distanza. Tale attività è eseguita soprattutto in pazienti ambulatoriali o ospedalizzati in regime di ricovero in Day Hospital.

4. Laboratorio di Ecocardiografia avanzata del paziente critico (Prof. Maurizio Galderisi)https://www.docenti.unina.it/maurizio.galderisi   

L'attività comprende esami ultrasonografici ecocardiografici con metodica 3D e di speckle trecking unitamente a valutazioni per via transesofagea.

L'attività è effettuata su pazienti ambulatoriali o ricoverati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital. L'attività è effettuata in pazienti ambulatoriali o ricoverati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital.

5. Laboratorio di Aritmologia (Prof. Antonio Rapacciuolo)

https://www.docenti.unina.it/antonio.rapacciuolo

L'attività si compendia in valutazioni diagnostiche sia per il controllo clinico strumentale dei pazienti portatori di elettrostimolatori e defibrillatori cardiaci che per l'esecuzione di test diagnostici dei pazienti con sincope. Oltre alla valutazione cliniche vengono effettuati impianti e sotituzioni di apparecchi di elettrostimolazione cardiaca e valutazioni elettrofisiologiche invasive (test elettrofisiologici).  L'attività è effettuata in pazienti ambulatoriali o ospedalizzati in regime di ricovero ordinario o di Day Hospital.

6. Ambulatorio per il Follow-up del paziente ad  Alto rischio cardiovascolare (Prof. Carmine Morisco)

https://www.docenti.unina.it/carmine.morisco

L'ambulatorio segue i pazienti con esiti stabilizzati di cardiopatia ischemica e/o con insufficienza cardiaca per monitorare la situazione clinica  di pazienti precedentemente ricoverati in Unità di Terapia Intensiva Coronarica. Tale attività è anche finalizzata alla riduzione dei ricoveri inappropriati ed alla riduzione della reospedalizzazione dei pazienti affetti da infarto del miocardio.

7. Ambulatorio per il Follow-up della Ipertensione Arteriosa (Prof. Nicola De luca)

https://www.docenti.unina.it/nicola.deluca

L'ambulatorio segue i pazienti con ipertensione arteriosa ed ha il riconoscimento di Centro di Eccellenza Europeo per l'Ipertensione Arteriosa. L'attività clinica,  particolarmente intensa, è costituita anche da un ambulatorio per emergenze/urgenze prevalentemente cardiovascolari a cui afferisce un bacino di utenza di oltre 15.000 pazienti e si avvale di nuovi modelli assistenziali con una stretta interazione con il territorio sia con presidi ospedalieri che con i Medici di Medicina Generale utilizzando moderne applicazioni di Innovation Technology.

Tale attività è finalizzata alla riduzione dei ricoveri inappropriati e delle complicanze cardiovascolari mediante la realizzazione di una rete di assistenza regionale. L'attività è effettuata in pazienti ambulatoriali o ricoverati in regime di ricovero in  Day Hospital.

8. Terapia Intensiva Coronarica (Prof. Bruno Trimarco)

https://www.docenti.unina.it/bruno.trimarco

L'attività clinica,  particolarmente intensa, è costituita da ricoveri per emergenze cardiovascolari di tipo ischemico, aritmico o per severa insufficienza cardiovascolare. L'attività è effettuata in pazienti inseriti nella rete dell'emergenza regionale.

RETE FORMATIVA EXTRASEDE

La Rete formativa extrasede è composta da una serie di strutture in area ospedaliera :

-       Unità Operativa di Medicina d'Emergenza-Urgenza ASLNA1 PO San Paolo (Direttore: Dott. Fernando Schiraldi)

http://www.aslnapoli1centro.it/813

-       Unità Operativa di Medicina d'Urgenza e P.S. ASLNA1 PO S.M. Loreto Nuovo (Direttore: Dott. Paolo Bellis)

http://www.aslnapoli1centro.it/818

-       Unità Operativa di Medicina d'Urgenza Ospedale Evangelico "Villa Betania" (Direttore: Dott. Nicolino Esposito)

http://www.villabetania.org

-       Unità Operativa di SC di Anestesia, TIPO e OTI AORN Cardarelli (Direttore: Dott. Carlo Di Iorio)

       http://www.ospedalecardarelli.it/

-       Unità Operativa Dipartimentale di Medicina d'Urgenza AORN Cardarelli (Direttore: Dott. Pasquale Morella)

      http://www.ospedalecardarelli.it/

 

Scarica il programma generale



Visualizza Docenti e Programmazione