Università degli Studi di Napoli Federico II


Scuola di Specializzazione in

Psichiatria

PREMESSE

 

La Scuola di Specializzazione in Psichiatria fondata dal Professore Franco Rinaldi e diretta successivamente dai Professori Antonio D'Errico, Giovanni Muscettola e Bruno Giuliani.

E' attualmente  diretta dal Prof Andrea de Bartolomeis.  https://www.docenti.unina.it/andrea.de%20bartolomeis

 A decorrere dall'A.A. 2008/2009 è disciplinata dall'ordinamento didattico inserito, nella sezione 4 del Regolamento didattico di Ateneo.

La Scuola è compresa nelle Scuole di Specializzazione di area Medica, afferisce alla Facoltà di Medicina e Chirurgia, nella classe delle Neuroscienze e Scienze Cliniche del Comportamento.

La durata del corso è di cinque anni.

OBIETTIVI GENERALI

Lo specialista in Psichiatria deve aver maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della psichiatria clinica generale, della psichiatria biologica, della psicoterapia; deve aver conseguito un'opportuna formazione relativa al rapporto medico-paziente; possedere una corretta conoscenza degli aspetti psicologici e psicopatologici, eziopatogenetici, diagnostici, clinici e prognostici delle malattie psichiatriche delle età giovanile, adulta e senile, dei disturbi di personalità e delle dipendenze da sostanze. Nel corso degli anni di formazione specialistica deve acquisire conoscenza dei correlati sociali delle patologie psichiatriche, dei principi di tutela e promozione della salute mentale e di lotta allo stigma. La conoscenza degli aspetti etici e giuridici della professione, e in particolare della responsabilità professionale e della legislazione psichiatrica rappresenta elemento fondante della teoria e prassi della formazione psichiatrica. L'assistente  in formazione deve aver acquisito al termine  del percorso formativo  conoscenze sui rapporti tra patologie internistiche o chirurgiche e disturbi mentali, sulle problematiche relative alla psichiatria di consultazione e collegamento ed alla medicina psicosomatica deve avere  acquisito competenze tecniche per trattare i vari quadri clinici, adoperare correttamente le varie classi di psicofarmaci, integrare i diversi trattamenti psichiatrici, approntare progetti di prevenzione, presa in carico, cura e riabilitazione; deve avere conoscenza delle basi teoriche e delle tecniche delle varie forme di psicoterapia individuale, familiare, di gruppo ed acquisire gli strumenti professionali per l'esercizio di specifiche forme strutturate di psicoterapia. Al fine di raggiungere tali obiettivi le attività formative si articolano in attività didattiche frontali (lezioni, seminari), attività pratiche nelle diverse strutture facenti parte della rete formativa sia interna sia esterna della scuola di specializzazione, nonché attività di ricerca e di formazione anche in strutture di altri paesi  dell'UE e degli USA con le quali l'UO di psichiatria collabora per protocolli di ricerca.

 

ORDINAMENTO

L'ordinamento della Scuola di Specializzazione in Psichiatria prevede la seguente articolazione in Crediti Formativi Universitari:

http://attiministeriali.miur.it/UserFiles/2198.S.%20AREA%20SANITARIA.pdf

 

ATTIVITA' FORMATIVE

 

CFU

 

 

DI BASE

GENERALI

5

 

 

CARATTERIZZANTI

TRONCO COMUNE

81

 

 

 

SPECIFICHE

144

189

 

ELETTIVE

ELETTIVE

45

 

AFFINI

INTEGRATIVE ED INTERDISCIPL.

5

 

 

 

ALTRE

5

 

 

 

PROVA FINALE

15

 

 

 

TOTALI                                                        

 

300

 

 

Nella distribuzione dei CFU, sono destinati alle attività formative professionalizzanti 210 crediti formativi, corrispondenti al 70% di tutte le attività didattiche.

STRUTTURE DI SEDE

La didattica e le attività professionalizzanti vengono svolte in diverse strutture dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II" definite strutture di sede. L'offerta formativa comprende:

 

1. Reparto di Psichiatria (Prof. A. de Bartolomeis, Prof. F. Iasevoli, Dr. G. Curci, Dr. I. Senatore, Dr.ssa F. Rossano)

Ricovero di pazienti con specifica necessità di monitoraggio continuativo di tipo diagnostico e terapeutico inclusi i casi che rientrano nell'emergenza e urgenza psichiatrica per la quale è predisposta specifica suite di osservazione videomonitorata, casi di particolare gravità di disturbi del comportammento alimentare e pazienti che soddisfano i criteri di farmacorsistenza  

 

2.Ambulatorio di Psichiatria Generale (Dr. G. D'Urso; Prof. F. Iasevoli, Dr. T. Longobardi,)

All'Ambulatorio Generale di Psichiatria accedono tutti i pazienti che richiedono una prima visita psichiatrica al Centro di Prenotazione di Psichiatria della UOC indipendentemente dalla diagnosi pregressa o dalla sintomatologia psichiatrica attuale. 

L'attività dell'Ambulatorio Generale consiste nell'effettuazione di:

- una prima visita di analisi della domanda ed inquadramento clinico, a cui può seguire, a seconda dei casi, la richiesta di ulteriori accertamenti, l'impostazione di una terapia farmacologica, l'invio in Psicoterapia, l'indicazione di un progetto riabilitativo;

- visite di controllo periodiche per il monitoraggio clinico e la verifica degli interventi

proposti.

3.Ambulatorio  per le Farmacoresistenze in Psichiatria (Prof. A. de Bartolomeis, Prof. F.Iasevoli)

a. Valutazione diagnostica con analisi della traiettoria della patologia in relazione ai pregressi trattamenti farmacologici, attraverso anche l'utilizzazione di specifiche rating scales trasversali e longitudinali volte anche a valutare analiticamente l'aderenza dei pazienti alle terapie specifiche.          b. Programmazione di indagini diagnostiche anche in collaborazione con il Day –Hospital di Psichiatria.                                                                                                                                                        c. Valutazione anamnestica della sussistenza dei criteri di farmacoresistenza secondo linee guide  internazionali e/o riconosciuti criteri documentati dalla letteratura internazionale (Criteri di Kane).                                    d. Indicazioni e prescrizioni terapeutiche sulla base di linee guida nazionali e internazionali.                        e. Presa in carico dei pazienti anche in sinergia con unità operative di salute mentale operanti sul territorio sia della provincia di Napoli sia di altre province campane.

 

4. Trial Clinici(Prof. F. Iasevoli, Prof de Bartolomeis )

Conduzione di studi RCT di fase clinica III e fase clinica IV,  prevalentemente  di farmaci antipsicotici, stabilizzatori e  antidepressivi, in monosomministrazione  o in add-on. Vengono implementati tutti gli stadi di ciascun trial dallo sviluppo del dossier per il comitato etico, alle strategie di randomizzazione, allo screening dei pazienti sulla base di criteri di inclusione, alla valutazione degli outcome clinici attraverso scale di valutazione psicopatologiche e di monitoraggio degli effetti collaterali. Gli specilaizzandi vengono coinvolti in tutte gli stadi del trial clinico in maniera progressiva in relazione all'esperienza acquisita negli anni.

 

5. Laboratorio di Psichiatria Molecolare e Traslazionale (Prof. A. de Bartolomeis)

Presso il laboratorio di Psichiatria molecolare e Traslazionale vengono implementati modelli preclinici  con elevato valore traslazionale  e studiati meccanismi molecolari putativamente coinvolti nella  fisiopatologia dei principali disturbi psichiatrici con particolare rilevanza per lo studio dell'espressione genica  e  delle sue modificazioni in modelli di disturbi comportamentali. Vengono utilizzate metodiche di analisi trascrizionale, di proteomica, di imaging molecolare e di biostatistica.

 

 

6.Day Hospital Psichiatrico (Dr. R. Russo)

Il Day Hospital Psichiatrico è incentrato sull'approfondimento diagnostico e terapeutico (mediante strategie di trattamento farmacologico e non) di casi clinici di patologie psichiatriche severe, anche in comorbidità, incluse patologie con doppia diagnosi (disturbo psichiatrico e abuso di sostanze). Le principali indagini effettuate, che variano in relazione al caso clinico, comprendono: colloqui clinici psichiatrici, scale di valutazione relative alle varie dimensioni psicopatologiche, indagini ematochimiche, consulenze specialistiche (tra le più frequenti quelle neurologiche, cardiologiche, internistiche), indagini strumentali (ECG, EEG, TAC, RMN, Ecografie, ecc.), valutazione neuropsicologica, valutazione psicodiagnostica. In relazione alle esigenze terapeutiche emerse dal percorso diagnostico, si struttura un progetto terapeutico che si avvale di trattamenti farmacologici e non (psicoterapia di gruppo, psicoeducazione, transcranial Direct Current Stimulation, tDCS). In particolare le metodiche di neurostimolazione vengono condotte con la supervisione del Dr. D'Urso secondo specifici protocolli approvati dal Comitato Etico dell?AOU Federico II.

 

7.Ambulatorio di Psicodiagnosi(Dr.ssa D. Galletta)

La Psicodiagnostica si occupa della diagnostica psicologica, personologicae psicopatologica, attraverso l'uso di un repertorio integrato di questionari, inventari di personalità, batterie e tecniche testistiche(psicometrichee proiettive), colloqui clinici, esami neuropsicologicie valutazioni osservative; il tipo di tecniche e strumenti usati variano di volta in volta, in base al contesto ed allo scopo della valutazione, all'età ed al tipo di eventuali difficoltà dei soggetti valutati. Tale metodo consente di approfondire le diagnosi dei casi complessi favorendo la diagnosi differenziale, la valutazione ed il follow-up dei trattamenti psicoterapeutici; inoltre, il metodo psicodiagnostico permette un assessment dei disturbi di personalità ed individua, attraverso la valutazione cognitiva, emotivo affettiva e dei tratti di personalità, gli esordi psicotici e le psicopatologie dell'adolescenza.

Step del percorso psicodiagnostico: richiesta dello psichiatra curante; tempi di attesa, attualmente, 15 giorni; visita specialistica: colloquio clinico; somministrazione di test (batteria psicodiagnostica somministrata in più sedute, almeno tre); restituzione e consegna della relazione psicodiagnostica.

8. Psichiatria di Consultazione e Collegamento (Prof. E. De Notaris, Prof.ssa G. Alinovi, Dr. R. Russo, Dr.ssa F. Micanti, Dr.ssa S. Lombardi, Dr. S. Sportiello)

La Psichiatria di Consultazione e Collegamento si pone come interfaccia tra lo psichico e il somatico allo scopo di riportare al centro della medicina non la lesione anatomica ma il malato nella sua complessità biologica, psicologica e sociale e nella sua relazione con il medico. Tra le motivazioni della richiesta della consulenza troviamo in ordine di frequenza: esigenze di definizione diagnostica; richieste di gestione del paziente; soluzioni di conflitti tra paziente e staff curante. Particolari motivi di richiesta di consulenza sono: la valutazione di inizio di terapia interferonica; IVG (interruzione volontaria di gravidanza); protocolli pre-intervento chirurgico; monitoraggio emergenze psichiatriche in ambiente internistico-chirurgico.

 

9. Psicoterapia individuale e di gruppo (Prof.ssa G. Alinovi, Prof. E. De Notaris, , Dr. R. Russo, Dr.ssa F. Micanti, Dr.ssa S. Lombardi, Dr. S. Sportiello)

L'Ambulatorio si occupa della valutazione e del trattamento di soggetti con problematiche nevrotiche o psicotiche che facciano richiesta di psicoterapia individuale.

La tipologia degli utenti, per quanto riguarda la provenienza, può essere:

-esterna;

-altri ambulatori della Clinica Psichiatrica;

-ambulatorio di consultazione per l'A.U.O.  Federico II;.

VALUTAZIONE:-colloquio diagnostico e valutativo d'indicazione alla psicoterapia (1-2 colloqui);

-percorso di Counseling mod. Tavistock (4 colloqui).

La fase valutativa prevede la possibilità di un approccio integrato farmacologico e psicologico.

TRATTAMENTO: -Psicoterapia per la durata di 1 anno a cadenza settimanale: la seduta, di 50 min., si svolge vis-à-vis ed è effettuata da uno psichiatra psicoterapeuta di formazione psicoanalitica o da un assistente in formazione (fino a 5 casi clinici) della Scuola di specializzazione in Psichiatria.

-Eventuale concomitante trattamento farmacologico.

Gli assistenti in formazione sono sottoposti a supervisione individuale teorico-clinica. Seguono, inoltre, un ciclo introduttivo di seminari su fondamentali concetti psicoanalitici ed annualmente partecipano ad un gruppo di studio su tematiche scelte. Si effettua, inoltre, psicoterapia di gruppo per adulti e adolescenti. I gruppi sono condotti da uno psichiatra psicoterapeuta affiancato da un assistente in formazione della Scuola di specializzazione in Psichiatria.

 

10. Ambulatorio Per la Psicodiagnosi e il trattamento integrato dell'Obesità e DCA (Dr.ssa F. Micanti)

L'ambulatorio si occupa della valutazione e del trattamento psichiatrico dei pazienti obesi con BMI>35 se associato a complicanze di tipo organico quali ipertensione, diabete e sindrome metabolica, o con BMI>40, che devono essere sottoposti a trattamento nutrizionale o di chirurgia bariatrica. In particolare l'ambulatorio fornisce il servizio di valutazione per l'accesso alla chirurgia bariatrica e quello di terapia integrata per centri afferenti all'AOU "Federico II" e per altri centri ospedalieri della regione Campania. L'ambulatorio fornisce la stessa prestazione nell'ambito del trattamento nutrizionale dell'obesità. L'ambulatorio si occupa della diagnosi e del trattamento degli aspetti psichici relativi all'obesità. La fase diagnostica consta di visita psichiatrica ed esame psicodiagnostico e serve ad attuare un trattamento che può essere o solo psichiatrico o di tipo integrato psico-nutrizionale o di indirizzo e sostegno alla chirurgia bariatrica della grande obesità. Questa valutazione viene effettuata sempre per i pazienti che devono accedere all'intervento di chirurgia bariatrica per la grande obesità. Inoltre, risulta particolarmente utile per individuare specifici disturbi del comportamento alimentare quali il BED (Binge Eating Disorder) e la NES (Night Eating Syndrome). Il trattamento, attuato in maniera separata o integrata, prevede come schema procedurale:

-Trattamento farmacologico: visita per l'introduzione della terapia, alla fine della fase diagnostica, controllo a 15 giorni, ad 1 mese e in tutti gli altri casi in cui il paziente necessita di modifica della terapia.

-Trattamento psicoterapeutico individuale: sedute di psicoterapia a cadenza settimanale per la durata di sei mesi o un anno in relazione all'obiettivo terapeutico che può essere di sostegno al trattamento nutrizionale o di cura del disturbo del comportamento alimentare.

-Trattamento di psicoterapia di gruppo a cadenza quindicinale, attuato per i pazienti candidati e sottoposti ad intervento di chirurgia bariatrica per la grande obesità, della durata di un anno, o di sei mesi per i pazienti in trattamento psico-nutrizionale.

 

 

11. Ambulatorio Fibromialgia (Prof.ssa G. Alinovi)

L'ambulatorio di "Diagnosi e Cura Fibromialgia" accoglie pazienti di entrambi i sessi, ma soprattutto donne, di età compresa prevalentemente tra i 30 ed i 65 anni. Collabora con le cliniche di Reumatologia ed Immunologia, riabilitazione della clinica ortopedica e neurologica del nostro policlinico.

Il protocollo diagnostico prevede visite successive per inquadrare il paziente sotto il profilo internistico e psicologico

- Qualora il paziente intraprenda una psicoterapia focalizzata sulle dinamiche relazionali ed intrapsichiche avrà, ovviamente, concluso il "protocollo fibromialgico" e rientrerà nell'ambito dei trattamenti psicoterapici di cui si fa carico il Servizio.

Il paziente in trattamento farmacologico viene seguito periodicamente (in base alla terapia prescritta) e, una volta concluso l'iter terapeutico, attraverso follow-up di tre, sei e dodici mesi.

 

 

12 Ambulatorio DCA (Dr. I. Senatore)

Sorto nel 1999, l'ambulatorio per lo Studio e la cura dei DCA ha preso in carico negli anni un numero sempre maggiore di pazienti anoressiche e bulimiche. La psicoterapia proposta predilige un approccio psicoterapeutico che coniuga il modello psicodinamico con quello relazionale-familiare. Alla terapia individuale sono affiancate la psicoterapia gruppale, a cadenza settimanale, e la psicoterapia gruppale per i familiari delle pazienti DCA, a cadenza quindicinale. La presa in carico della paziente prevede il DH ed anche, in un numero sempre maggiore negli ultimi anni, l'ospedalizzazione presso il Reparto di Psichiatria. Per gli aspetti internistici e nutrizionali, l'ambulatorio DCA si avvale della collaborazione  dei colleghi della Nutrizione Clinica.

13. Ambulatorio Disturbo ossessivo –compulsivo (DOC) ( Dr. G D'Urso)

L'Ambulatorio per il Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC), è dedicato allo studio e altrattamento del DOC e dei disturbi ad esso correlati (DOC di Personalità, Tricotillomania, Gioco d'Azzardo Patologico, ADHD ed altri). Il protocollo di valutazione prevede assessment e follow-up psicometrico,

Assessment e follow-up neuropsicologico, cui possono seguire azione trattamenti farmacologici (monoterapia e terapia di combinazione) e/o trattamento psicoterapico eventualmente anche in associazione  a neurostimolazione (tDCS) nei casi non responsive ai comuni trattamenti.

 

RETE FORMATIVA EXTRASEDE

 

La Rete formativa extrasede è composta da una serie di strutture sia di tipo ospedaliero sia dislocate sul territorio:

 

1. Unità Operativa Complessa Cotugno (Dr. Viparelli, Dr. Nardini)- Psichiatria di consultazione e collegamento; Medicina della Farmacotossicodipendenze.

 

2. ASL Napoli 3 Sud S. Giorgio a Cremano/Castellammare di Stabia (Dr. De Furio, Dr. Grimaldi, Dr. Della Pietra)- La gestione territoriale delle psicosi; Disturbi del comportamento alimentare; Riabilitazione psichiatrica.

 

3. ASL Salerno (ex ASL SA 2) SPDC A.O. Ruggi D'Aragona (Dr. Pagano)- Acuzie e cronicità in psichiatria; Psichiatria Forense; Medicina delle Farmacotossicodipendenze

 

Sedi di Istituti in EU o USA con frequenza per periodi limitati da parte degli assistenti in formazione

 

Lieber Institute at John Hopkins University Baltimore MD USA.  (Referente Prof  D Weinberger)

 

Centre Hospitalier de Longjumeau, LongJumeau ,Cedex  ( Referente: Dr. G Dana)

 

Department of Psychiatry and Psychotherapy, Medical University Innsbruck,  (Referente :  Prof  W. Fleischhacker)

 

King's College  The Institute of Psychiatry Dept of Psychosis Studies (Referente  Prof . A  David).



Visualizza Docenti e Programmazione