FISIOTERAPIA
   SCHEDA INFORMATIVA

Corso di Studio in : FISIOTERAPIA
Classe di Laurea : SNT/2
Tipo di Corso : TRIENNALE
Area Didattica : Medicina e Chirurgia
Scuola : Medicina e Chirurgia
Dipartimento : Dipartimento di Sanita' Pubblica
Durata del Corso : 3 ANNI
Accesso al Corso : Numero programmato
Programmazione Didattica : LINK PAGINA


Coordinatore : Prof. Clemente Servodio Iammarrone
Telefono : 081 746.2001
Fax : 081 746.2887
e-mail : c.servodio@unina.it
Orario ricevimento studenti : Mercoledi dalle ore 9.00 alle ore 10.00 presso l'edificio 12/A piano terra


Sede Amministrativa del Corso :  
EDIFICIO UFFICI  : EDIFICIO 12/A,   PIANO TERRA
Telefono : 081 746.2887
Fax : 081 746.2887
e-mail : t.caione@unina.it


Docenti di riferimento: Telefono: Email: Orario e luogo ricevimento studenti:
Clemente Servodio Iammarrone 081 746.2887 c.servodio@unina.it mercoledi dalle ore 9.00 alle ore 10.00 presso l'edificio 12/A piano terra
Antonella Carsana 081 746.2410 carsana@unina.it mercoledi dalle ore 16.30 alle ore 17.30 presso l'edificio 4 quarto piano
Carlo Ruosi 081 746.2868 caruosi@unina.it martedi dalle ore 12.00 alle ore 13.00 presso l'edificio 12 piano terra
Antonio Molino 335 6936969 molinotonio@libero.it martedi dalle ore 12.00 alle ore 13.00 presso Prima Divisione di Malattie Respiratorie Ospedali dei Colli (sede Monaldi)
Amato De Paulis 081 746.2219 depaulis@unina.it mercoledi dalle ore 12.00 alle ore 13.00 presso l'edificio 2 piano terra
Carlo Piergentili 081 746.3768 piergent@unina.it mercoledi dalle ore 8.00 alle ore 9.00 presso l'edificio 12/A piano terra


Obiettivi Formativi :

1.      Definizione degli obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Fisioterapia si articola in tre anni ed è istituito all'interno della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Napoli - Federico II. Il CdL si propone in condeguimento degli obiettivi formativi di seguito definiti.

I laureati nel Corso di Laurea sono, ai sensi della Legge 10 agosto 2000, n. 251, articolo 2, comma 1, operatori delle professioni sanitarie dell’area della riabilitazione e dovranno essere dotati:

-   Delle basi scientifiche e della preparazione teorico-pratica necessarie per essere abilitati all’esercizio della professione di Fisioterapista e della metodologia e cultura necessarie per la pratica della formazione permanente, nonché di un livello di autonomia professionale, decisionale ed operativa derivante da una formazione teorico e pratica che includa anche l’acquisizione di competenze comportamentali e che venga conseguita nel contesto lavorativo specifico, così da garantire, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell’ambiente di lavoro. A tali fini il Corso di Laurea per Fisioterapista prevede 180 CFU complessivi, articolati su tre anni di corso, di cui almeno 50 da acquisire in attività formative volte alla maturazione di specifiche capacità professionali (tirocinio).

¨ Delle conoscenze teoriche essenziali che derivano dalle scienze di base, nella prospettiva della loro successiva applicazione professionale.

¨ Della capacità di collaborare con le diverse figure professionali nelle attività sanitarie di gruppo.

¨ Della capacità di applicare, nelle decisioni professionali, anche i principi dell’economia sanitaria.

¨ Della capacità di riconoscere i problemi sanitari della comunità e di intervenire in modo competente.

¨ Nell’ambito della professione sanitaria del fisioterapista, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste da D.M. del Min. della Sanità del 14/9/1944 n. 741 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero svolgono in via autonoma o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti ad eventi patologici a varia etiologia: congenita ed acquisita.

Il profilo professionale dei Fisioterapisti dovrà comprendere le conoscenze delle per svolgere attività in via autonoma o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità , delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti ad eventi patologici, a varia etiologia congenita o acquisita. . I laureati in fisioterapia facendo riferimento alla diagnosi ed alla prescrizione del medico, nell’ambito delle loro competenze, elaborano, anche in equipe multidisciplinari, un programma di riabilitazione del disabile. Praticano autonomamente la rieducazione della disabilità motoria, psicomotoria e cognitiva utilizzando terapie fisiche, manuali, massoterapiche ed occupazionali. Propongono l’adozione di protesi ed ausilii verificandone l’efficacia e curando l’addestramento del paziente al loro uso. Verificano la rispondenza della metodologia riabilitativa attivata con gli obiettivi di recupero funzionale. Saranno responsabili, nelle strutture di fisioterapia del corretto adempimento delle procedure, nell’ambito delle loro funzioni in applicazione dei protocolli di lavoro definiti dai dirigenti medici responsabili. Verificheranno la corrispondenza delle prestazioni erogate agli indicatori e standard predefiniti dal responsabile della struttura; controlleranno e verificheranno il corretto funzionamento delle apparecchiature utilizzate, provvedendo alla manutenzione ordinaria ed alla eventuale eliminazione di piccoli inconvenienti; parteciperanno alla programmazione e organizzazione del lavoro nell’ambito della struttura in cui operano. Contribuiranno alla formazione del personale di supporto e concorreranno direttamente all’aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca.I laureati nel corso di laurea per Fisioterapista svolgeranno l’attività  nei vari ruoli ed ambiti sanitari  pubblici e privati.

I laureati devono raggiungere le seguenti competenze culturali e professionali specifiche:

¨  Identificare, prevenire ed affrontare gli eventi critici relativi ai rischi di varia natura e tipologia connessi con l’attività.

¨  Conoscere la normativa e le leggi dello Stato che disciplinano la professione, i presidi medico-chirurgici   e la Sanità Pubblica.

¨  Valutare l’attendibilità del processo pre-analitico e di quello produttivo applicando le conoscenze dei fenomeni biologici, fisiologici, patologici .

¨  Conoscere e valutare concetti dinamici di automazione – informatizzazione – comunicazione.

¨  Applicare le conoscenze del processo scientifico al fine di migliorare l’efficienza e l’efficacia dei processi di analisi e di produzione.

¨  Contribuire alla programmazione ed organizzazione, compresa l’analisi dei costi e l’introduzione di nuovi materiali e tecnologie nell’attività di riabilitazione.

¨  Identificare e prevenire i fattori che possano influenzare la qualità delle pratiche riabilitative.

¨  Attuare la verifica del corretto funzionamento e l’efficienza delle apparecchiature biomediche attraverso test funzionali, calibrazione e manutenzione preventiva, nonché straordinaria in caso di guasti.

¨   Pianificare, realizzare e valutare le attività  di riabilitazione nell’ambito delle patologie motorie, psicomotorie e cognitive.

¨   Partecipare come consulente ai progetti per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

¨   Pianificare, realizzare e valutare le attività produttive nei settori della riabilitazione secondo gli standard predefiniti dal responsabile della struttura.

¨   Realizzare e verificare il Controllo e la Assicurazione di Qualità e identificare gli interventi appropriati in caso di non accettabilità dei risultati.

¨   Agire in modo coerente con i principi disciplinari, etici e deontologici della professione nelle situazioni tecnico-diagnostiche e produttive previste nel progetto formativo.

¨   Riconoscere e rispettare il ruolo e le competenze proprie e degli altri operatori, stabilendo relazioni di collaborazione.

¨   Interagire e collaborare attivamente con equipes interprofessionali al fine di programmare e gestire attività di riabilitazione.

¨   Dimostrare capacità nella gestione dei sistemi informativi ed informatici, nella comunicazione con gli operatori professionali, con i fornitori e con gli utenti del servizio.

¨   Dimostrare capacità didattiche orientate alla formazione del personale ed al tutorato degli studenti in tirocinio.

¨   Apprendere le basi della metodologia della ricerca e applicare i risultati di ricerche nel campo tecnico-metodologico per migliorare la qualità delle metodiche di analisi.

¨   Conoscere i principi dell’analisi economica e le nozioni di base dell’Economia Pubblica ed Aziendale.

¨   Conoscere gli elementi essenziali della gestione delle risorse umane, con particolare riferimento alle problematiche in ambito sanitario.

¨   Raggiungere un adeguato livello di conoscenza sia scritta che parlata di almeno una lingua della Unione Europea, oltre l’italiano.

¨   Acquisire competenze informatiche utili alla gestione dei sistemi informatizzati dei servizi e ai processi di autoformazione.

¨   Svolgere esperienze di tirocinio presso servizi sanitari e formativi specialistici in Italia o all’estero, con progressiva assunzione di responsabilità e sotto la supervisione di professionisti esperti.

¨   Attività tecnico-pratica in materia di radioprotezione.