IGIENE DENTALE
   SCHEDA INFORMATIVA

Corso di Studio in : IGIENE DENTALE
Classe di Laurea : L/SNT3 Professioni Sanitarie Tecniche-Area Tecnico Assistenziale
Tipo di Corso : TRIENNALE
Area Didattica : Medicina e Chirurgia
Scuola : Medicina e Chirurgia
Dipartimento : Neuroscienze e Scienze Riproduttive ed Odontostomatologiche
Durata del Corso : 3 ANNI
Accesso al Corso : Numero programmato
Programmazione Didattica : LINK PAGINA


Coordinatore : Prof. Michele NICOLO'
Telefono : 081 746.2638
Fax : 081 746.2638
e-mail : nicolo@unina.it
Orario ricevimento studenti : Martedì e Giovedì dalle ore 11.00 alle ore 13.00

Presidenza del CdS in Igiene Dentale, Edificio 14 III piano


Sede Amministrativa del Corso : Neuroscienze e Scienze Riproduttive ed Odontostomatologiche
EDIFICIO UFFICI  :  


Docenti di riferimento: Telefono: Email:
Franco CORAGGIO 081 746.2655 franco.coraggio@unina.it
Francesco RICCITIELLO 081 746.2092 francesco.riccitiello@unina.it
Michele SIMEONE 081 746.2097 michele.simeone@unina.it
Alessandra VALLETTA 081 746.2097 alessandra.valletta@unina.it
Rosa VALLETTA 081 746.2195 rosa.valletta@unina.it


Obiettivi Formativi :

Il laureato del corso di laurea in Igiene Dentale che afferisce alla

Classe n. 3 delle Professioni sanitarie tecniche, è un operatore del settore sanitario

che:


- ai sensi della legge 10 agosto 2000, n. 251, articolo 3, comma 1, svolge, con

autonomia professionale, le procedure tecniche necessarie alla esecuzione di

metodiche diagnostiche su materiali biologici o sulla persona, ovvero attività tecnico-

assistenziale, in attuazione di quanto previsto nei regolamenti concernenti

l'individuazione della figura e del profilo professionale definito con decreto del Ministro

della Sanità;

- deve raggiungere le competenze previste dallo specifico profilo professionale. Il

raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione

teorica e pratica che includa anche l'acquisizione di competenze comportamentali e

che venga conseguita nel contesto lavorativo specifico del profilo, così da garantire, al

termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze

e la loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro. Particolare rilievo, come parte

integrante e qualificante della formazione professionale, riveste l'attività formativa

pratica e di tirocinio clinico, svolta con la supervisione e la guida di tutori professionali

appositamente assegnati, coordinata da un docente appartenente al più elevato livello

formativo previsto per il profilo professionale e corrispondente alle norme definite a

livello europeo ove esistenti;

- è dotato di un'adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire la

migliore

comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici che

si sviluppano in età evolutiva, adulta e geriatrica, sui quali si focalizza il loro

intervento diagnostico;

- deve saper utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano,

nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.

Il tempo riservato allo studio personale, non può essere superiore al 30 %

dell'impegno orario complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole

attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico.